Archivio dell'autore: topolinobg

RADUNO DI NATALE 2010


LE TOPOLINO IN…LAMBRETTA



LA PERTURBAZIONE ANNUNCIATA NEI GIORNI PRECEDENTI SI E’ PRESENTATA PUNTUALMENTE DOMENICA 17 OTTOBRE  PER ACCOMPAGNARE LE TOPOLINO BERGAMASCHE NEL LORO PERCORSO VERSO LA PROVINCIA DI MILANO CON UNA INSISTENTE PIOGGIA ED UNA TEMPERATURA PIUTTOSTO FREDDA. MA I SOCI DEL CLUB AMICI DELLE TOPOLINO BERGAMO NON SI SONO SCORAGGIATI E, SEPPURE IN NUMERO RIDOTTO,CIRCA UNA VENTINA, HANNO RAGGIUNTO RODANO, DOVE RISIEDE IL MUSEO DELLA LAMBRETTA E DELLO SCOOTER. UNA BELLISSIMA COLLEZIONE DI SCOOTER DI OGNI EPOCA ALLESTITA GRAZIE AL LAVORO DI ANNI DI PASSIONE E LAVORO DI VITTORIO TESSERA, UN CINQUANTENNE MILANESE CHE HA LASCIATO LA PROFESSIONE DI FARMACISTA PER DEDICARSI ALLA SUA GRANDE PASSIONE:LA MECCANICA. DA QUESTO E DALLA VICINANZA CON L’INDUSTRIA INNOCENTI,E’ NATA L’IDEA DI COLLEZIONARE LAMBRETTE E SCOOTER DI OGNI EPOCA ED ORIGINE. CHI ENTRA NEL MUSEO SI TROVA DI FRONTE PIU DI CENTO MODELLI DI SCOOTER CHE SEGNANO LA STORIA MONDIALE  DI QUESTO PARTICOLARE TIPO DI MOTO. DOCUMENTI,DISEGNI,INSEGNE,MANIFESTI PUBBLICITARI COMPLETANO UNA COLLEZIONE PREZIOSA CHE CONTIENE PEZZI UNICI AL MONDO OTTENUTI GRAZIE ALLA CONOSCENZA TRA VITTORIO E LA FAMIGLIA INNOCENTI CHE GLI HA DONATO TANTI PEZZI CHE OGGI POSSIAMO AMMIRARE NELLA SUA COLLEZIONE. VITTORIO E’ AFFABILE E,NEL SUO MODO DI RACCONTARE LA STORIA DELLO SCOOTER E L’ANEDDOTICA LEGATA AL RECUPERO DI OGNUNO DEI SUOI “GIOIELLI”, TRASPARE EVIDENTE IL SUO GRANDE COINVOLGIMENTO EMOTIVO  ED IL SUO PIACERE NEL MOSTRARE A TUTTI IL FRUTTO DI ANNI DI LAVORO E PASSIONE. DOPO UN PAIO D’ORE TRASCORSE  IN PIACEVOLE COMPAGNIA DI VITTORIO TESSERA, LE TOPOLINO HANNO RIPRESO IL LORO PERCORSO SOTTO LA PIOGGIA E, PASSANDO TRA LE PROPRIETA’ INVERNIZZI, OGGI TRASFORMATE IN UN MERAVIGLIOSO PARCO DI QUALCHE ETTARO, SI SONO DIRETTE VERSO RIVOLTA D’ADDA DOVE , PARCHEGGIATE VICINO A MANZI E VITELLI ALLEVATI ALLA CASCINA “RIBELLA” HANNO ATTESO,SOTTO LA PIOGGIA, I PROPRIETARI OCCUPATI NELLA GUSTOSA RIUNIONE CONVIVIALE CHE HA COMPLETATO NEL MIGLIORE DEI MODI UNA GIORNATA TUTTO SOMMATO MOLTO PIACEVOLE PER CHI HA VOLUTO SFIDARE LE INTEMPERIE E PROVARE ANCORA UNA VOLTA L’EMOZIONE DI GUIDARE LA TOPOLINO IN PIACEVOLE COMPAGNIA. A TAVOLA SI E’ ACCENNATO AI PROGRAMMI FUTURI CHER VERRANNO MEGLIO ILLUSTRATI IN OCCASIONE DEL RADUNO DI CHIUSURA CHE, COME DI CONSUETO, SARA’ IL RADUNO NATALIZIO”GRAN PREMIO DI NATALE” CHE PER QUEST’ANNO SI SVOLGERA’ A DALMINE IL 12 DICEMBRE 2010  E PER IL QUALE SONO GIA’ APERTE LE ISCRIZIONI.

Oltre il Colle e le miniere…

LE TOPOLINO ALLA SCOPERTA DELLE MINIERE IN VAL DEL RISO

 

Il Raduno d’estate del Club Amici delle Topolino Bergamo ha portato, domenica 18 luglio 2010, i 15 equipaggi partecipanti a godere il fresco e gli splendidi scorci che le Prealpi Orobiche offrono i8n estate quando si sale al Passo di Zambla dalla Valle del Riso e quando si scollina per scendere ad Oltre il Colle che rimane incastonato in una cornice di monti che, in una giornata di splendido sole, ti lasciano a bocca aperta per la maestosità delle cime, per il verde tutto intorno e per il cielo terso.

Se ci si aggiunge la tortuosa, ma affascinante strada che porta alla frazione di Zorzone, per visitare, con stupore, uno dei piu bei Musei dei minerali mai visti finora, direi che il programma per un raduno ben riuscito è completo di ogni elemento necessario.

Al ritrovo allo Stadio di Bergamo si sono presentati puntualissimi quasi tutti gli iscritti(Paolo Parigi come al solito è arrivato quando lo starter aveva già dato il via…), anche Antonio Riva che è giunto da Verona con la sua Belvedere perché una giornata con gli Amici di Bergamo in Topolino merita anche un “viaggetto”… E Dario Ambrosini sfoggiava la sua bellissima Giardiniera-Legno del 1951 fgresca di restauro…

Percorsa la ValSeriana fino a Ponte Nossa,seguendo la vecchia via, le Topolino si sono avviate lungo la Val del Riso su per la salita fino al Passo di Zambla con le cime dei monti Alben ed Arera che dominavano il panorama reso ancor piu limpido dal temporale della notte precedente.

Raggiunto Zorzone da Oltre il Colle, i Radunisti non potevano immaginare che in una così piccola e sperduta frazione di montagna potesse esistere un Museo che presentasse una così vasta e completa collezione di pietre e minerali . Interessantissima anche la ricostruzione della Storia delle Miniere  della Valle del Riso raccontata con documenti, attrezzi, pezzi di minerali estratti ed una ricostruzione fedele dell’”ambiente miniera”, che tutti hanno seguito con grande interesse.

Un ottimo pranzo tipico della montagna bergamasca proposto dal Ristorante Quattro Cime di Zambla ha reso ancora piu piacevole questa bellissima giornata, mentre le Topolino riposavano in sosta sull’erba ai piedi dell’Alpe Arera.

Nel pomeriggio  le Topolino sono state esposte nella Piazza del Comune di Oltre il Colle prima di riprendere la via di casa che le ha portate a seguire un altro suggestivo percorso tra i monti da Serina ad Aviatico, per raggiungere Selvino, dove, applaudite dai tantissimi turisti, hanno attraversato il paese per iniziare la discesa verso Nembro e da qui a Bergamo.

Ora le Topolino Bergamasche si concederanno una vacanza estiva. A settembre è in programma la partecipazione ad un raduno interessante organizzato dagli Amici del Club Milanese delle Topolino a Grazzano Visconti per il 25 e 26:chi volesse partecipare deve segnalarlo al Club che provvederà a dare informazioni.


Da Bergamo a Lodi in Topolino

DA BERGAMO A LODI IN TOPOLINO – 20
giugno 2010

Quando è stato approntato il
calendario dei raduni 2010 mai avremmo immaginato di indossare felpe e giacche
pesanti durante questo viaggio in Topolino da Bergamo a Lodi programmato per
Domenica 20 giugno! E invece i 25 temerari  Topolinisti, anche se in parte scoraggiati
dalle avverse condizioni atmosferiche, non si sono fatti intimidire troppo e, a
bordo delle loro coraggiose Topolino, si sono avventurati verso la Pianura
Padana sotto una pioggia battente che creava non poche difficoltà ai piloti…

Sono una cinquantina i chilometri da
percorrere per raggiungere Lodi e le Topolino bergamasche li hanno percorsi
tutti sotto la pioggia. Ma è stata una fatica che è valsa la pena sopportare
poiché, per chi non la conosceva, la cittadina Padana è stata una
piacevolissima sorpresa per la bellezza del Centro Storico, la discrezione dei
suoi abitanti, lo splendore dei suoi monumenti (la visita alla chiesa della
B.V. Incoronata ha lasciato tutti a bocca aperta!), la squisita accoglienza
degli Amici lodigiani che, capeggiati da Oronzo Marra, segretario del locale
Club “Eugenio Castellotti”, hanno accolto il gruppo bergamasco in Piazza
Castello a bordo delle loro Topolino, per guidarli alla scoperta della loro
splendida Città.

Dopo la passeggiata sotto l’ombrello
per il centro storico ed il caffè in Piazza Duomo, il corteo delle Topolino si
è avviato verso la campagna lodigiana dove, nelle tante cascine, si continua a
produrre latte e ottimo formaggio che hanno reso famosa questa terra. Ed è
proprio alla Cascina Dedè, una delle poche che producono il famoso Grana
lodigiano partendo dal foraggio per concludere con i vari gradi di stagionatura,senza
avvalersi di nessuna collaborazione esterna,che i Topolinisti hanno fatto una visita
per apprezzare il modo in cui si giunge alla produzione delle famose Forme
apprezzate in tutto il mondo. La degustazione della  Raspadùra(scaglie finissime di Grana
lodigiano giovane) ha accompagnato l’aperitivo consumato in Cascina prima di
prendere la via per l’Agriturismo “Le Bertoline” dove la buona cucina
campagnola padana ha fatto concludere con gusto questo bel raduno, vissuto
intensamente nonostante il maltempo.


piacevole sorpresa su IL GIORNO

 
UNA PIACEVOLE SORPRESA DALLA STAMPA
NEI GIORNI SCORSI SONO STATO CONTATTATO DALLA REDAZIONE DEL QUOTIDIANO "IL GIORNO" CHE MI CHIEDEVA UN’INTERVISTA IN QUALITA’ DI PRESIDENTE DEL CLUB AMICI DELLE TOPOLINO. HO AVUTO QUINDI UN COLLOQUIO CON UNA GENTILE GIORNALISTA CHE MI HA CHIESTO NOTIZIE SUL NOSTRO CLUB ED INFINE HO POSATO PER ALCUNE FOTO,NATURALMENTE CON LA TOPOLINO.
EVIDENTEMENTE 10 ANNI DI ATTIVITA’ NEL MONDO DEI MOTORI D’EPOCA SONO SERVITI A FAR CONOSCERE IL NOSTRO CLUB  E AD ALLARGARE I NOSTRI ORIZZONTI. E’ UN’ULTERIORE RIPROVA CHE LA TOPOLINO SUSCITA SEMPRE MOLTO INTERESSE TANTO DA INIZIARE AD ESSERE CONSIDERATA UN "MITO" NELL’AMBITO MOTORISTICO STORICO NAZIONALE.  ED IO, A MIA INSAPUTA, GRAZIE ALLA TOPOLINO SONO DIVENTATO ADDIRITTURA UN "PERSONAGGIO"…!!  Paolo Previtali

DA BERGAMO A LODI IN TOPOLINO


"DA BERGAMO A LODI IN TOPOLINO"

TRA SAPORI E CULTURA DELLA PIANURA PADANA

PER PARTECIPARE A QUESTO RADUNO IN PROGRAMMA DOMENICA 20 GIUGNO PROSSIMO LEGGI IL PROGRAMMA QUI SOTTO E TELEFONA PER ISCRIVERTI!! SARA’ UN PICCOLO VIAGGIO DA PERCORRERE INSIEME TRA AMICI DELLE TOPOLINO PER RAGGIUNGERE QUESTA SPLENDIDA CITTADINA DELLA PIANURA PADANA CHE CI RISERVERA’ SORPRESE CULTURALI E CULINARIE! VI ASPETTIAMO NUMEROSI E…PUNTUALI!


10° Anniversario

IL CLUB AMICI DELLE TOPOLINO BERGAMO HA FESTEGGIATO IL 10° ANNIVERSARIO CON 100 AMICI PROVENIENTI DA ALMENO 20 CITTA’ ITALIANE: UN SUCCESSO!!

Nella tarda mattinata di venerdì 30 aprile erano già in arrivo decine di vetture storiche Fiat Topolino in produzione tra il 1936 ed il 1954. Circolavano tra Bergamo, i caselli Autostradali e Mozzo, dove era previsto il Ritrovo per questo  Raduno Nazionale degli appassionati possessori di questo popolarissimo modello di automobile che ha avuto il merito tra gli anni trenta e gli anni cinquanta, di motorizzare l’Italia. Per raggiungere la provincia di Bergamo i “Topolinisti” Italiani sono partiti,  taluni alle prime luci dell’alba, da varie località: Bologna, Modena, Vercelli, Torino, Ravenna, Ferrara, Belluno,Verona, Treviso, Firenze, Brescia, Milano, Udine sono alcune delle città di provenienza dei circa 100 partecipanti a questo singolare Raduno e mentre gli organizzatori del Club Amici delle Topolino Bergamo: Paolo Previtali, Dario Ambrosini, Enrico Ruggeri, Giulio Roncalli, accoglievano gli ospiti presso l’Hotel Holiday Inn, le bellissime vetture si schieravano nel piazzale in bella mostra. Oltre ai tradizionali modelli berlina decapottabile A-B-C, si sono notate una bellissima fuoriserie spider rossa,due autocarri con cassone, tre giardiniera con porte in legno ed un modello carrozzato Garavini che si distingueva da tutte le altre e recava la targa con data 1939!

Dopo la foto ricordo del gruppo il Raduno ha avuto inizio con un breve tragitto di trasferimento verso Urgnano dove, accolti con grande affetto dai passanti e con squisita ospitalità dal Comune e dall’Assessore alla Cultura, è stato possibile visitare la Rocca grazie alle illustrazioni delle guide che accompagnavano il gruppo. Da Urgnano il corteo delle Topolino si è trasferito a Cologno al Serio dove era atteso presso il Tiro a Volo “Cieli Aperti” in un’oasi di verde e silenzio interrotto dagli spari di chi si allenava nella zona riservata al tiro al piattello. Dopo uno spuntino pomeridiano, le Topolino sono ritornate a Mozzo dove, dopo un breve riposo, hanno potuto gustare un’ottima cena durante la quale sono state proiettate foto ed immagini video relative ai tanti raduni organizzati dal Club bergamasco in questi dieci anni.

Sabato 1 maggio alle 8,30 puntualissime le 50 Topolino, guidate dai quattro organizzatori in continuo contatto radio tra loro e da una staffetta di 5 motociclisti su moto rigorosamente d’epoca, sono partite per la prima tappa di un lungo percorso di 150 chilometri circa che prevedeva di percorrere buona parte della provincia bergamasca tra monti,valli e laghi. Toccata la Valle Imagna in quel di Clanezzo, il gruppo compatto ha raggiunto la Val Brembana a Zogno e, passando dall’Orrido di Bracca, è salito in Val Serina. Seguendo un percorso molto suggestivo, passando per Cornalba, Trafficanti, Aviatico, finalmente una sosta attendeva gli affaticati motori: davanti al Comune di Selvino, accolti da una moltitudine di passanti e dal caloroso Benvenuto dato dal Vice Sindaco Angelo Bertocchi, i partecipanti hanno potuto parcheggiare le loro preziose auto che, per un’ora, sono state l’attrazione principale della “Cortina delle Prealpi Orobiche” come l’ha definita il Presidente Paolo Previtali che ha voluto il passaggio delle Topolino e per questo ha ringraziato Selvino della grande ospitalità. La piazza del Comune era già tutta addobbata dai tricolori per l’imminente Adunata Nazionale degli Alpini e cosi anche il gruppo delle Topolino ha voluto dare il suo contributo schierando davanti alla piazza un…tricolore di Topolino (Verde-Bianca-Rossa) circondato dal Gruppo dei Radunisti  per una foto ricordo. A questo punto si è entrati in Valle Seriana da Aviatico a Orezzo e da Gazzaniga a Vallalta di Albino da dove, su una impervia strada di montagna che tutti gli equipaggi hanno trovato molto affascinante, si è raggiunto il Santuario di Altino: qui, schierate le Topolino in bella mostra, un pranzo tradizionale attendeva tutti i partecipanti seduti in allegra compagnia tra i mille oggetti d’epoca che arredano il grande salone del “Bigio l’Oster”. Inutile dire che,durante il pranzo, i brindisi si sono sprecati e che il timore di trovare qualche scrupoloso agente di Polizia che volesse fare il test alcoolico a qualcuno era molto fondato. Ma fortunatamente nessuno ha “raddrizzato” le curve che dal Colle Gallo portano a Casazza e cosi il gruppo è giunto compatto, indenne e…sobrio a lambire le sponde del Lago di Endine   e, dopo aver scollinato a Solto Collina, del Lago d’Iseo. Sarnico e la sua bella Piazza Umberto hanno accolto con grande piacere la tante Topolino che hanno sostato volentieri(alcune con il cofano aperto per …respirare meglio…),mentre i loro proprietari si concedevano una piacevole passeggiata lungolago o nelle viette interne di questo piccolo ma ordinatissimo centro turistico lacustre bergamasco che il Direttore del mensile “Auto d’Epoca”, Maurizio Catozzi, ha definito” una piccola Lugano”. Un’ora di strada,un po’ trafficata, ha portato le Topolino, passando tra i vigneti del Valcalepio, al meritato riposo dopo una giornata davvero intensa. Ma se la giornata è stata ricca di suggestivi scorci, di faticosi passaggi in salita, di ardite discese, la serata non è stata da meno: il Presidente dei Bergamaschi nel Mondo dott. Massimo Fabretti è stato ospite della compagnia ed ha invitato le Topolino Bergamasche ad organizzare un evento in Svizzera dove ha sede una delegazione della loro Associazione. Tutti i partecipanti hanno avuto in omaggio un libretto ricordo con la storia del Club Amici delle Topolino Bergamo e con bellissime foto tratte da Raduni di Topolino. Sono stati premiati gli equipaggi più lontani, il radunista più anziano, i bambini che hanno partecipato senza mai lamentarsi. Sono stati donati ai Club presenti( Topolino Autoclub Italia,Amici della Topolino Belluno,Topolino Club S. Marco Venezia) bassorilievi raffiguranti il simbolo del Club ospitante davanti allo skyline di Città Alta. Infine, per animare la serata Paolo Previtali in veste di Presentatore, Dario Ambrosini ed Enrico Ruggeri che facevano da…”valletti”, hanno improvvisato una Premiazione dal sapore cabarettistico, basata su alcune peculiarità colte tra i partecipanti al raduno, messe a nudo dagli impietosi scatti fotografici di Manuela che ha immortalato momenti … Topici! Così,corredati dalla proiezione su megaschermo delle immagini dei …malcapitati… sono stati assegnati il Premio “Pisolo” a Rosaria che è giunta in ritardo a Selvino perche è rimasta a letto… il Premio “Ombreta” a Mario per i … troppi brindisi, il Premio”Fantozzi” a Stefano ed Aldo per essere rimasti in…panne, il Premio “Castorama” a Nicolino per essersi riparato da solo il motore in difficoltà… e tanti altri Premi attribuiti sempre con spiegazioni esilaranti che hanno divertito tutta la sala fino a tarda ora.

Domenica 2 maggio la partenza,puntualissima, è avvenuta alle 9.00.Alcune Topolino esibivano con orgoglio la Pergamena con il…Premio ottenuto la sera precedente… Un percorso bello e suggestivo, tra boschi e mura a secco, ville e palazzi nobiliari d’epoca remota,ha portato i fortunati che hanno partecipato a questo raduno, a godere di una parte della città di Bergamo che ha mostrato un volto ed una dimensione inusuale, d’altri tempi, tra stradine strette ed impervie tra il Pascolo dei Tedeschi, il Colle dei Roccoli, il Colle di S. Sebastiano e di S. Vigilio da dove si può godere di un panorama splendido. L’ingresso tra le Mura della Città Medioevale(Città Alta) è avvenuto dalla Porta S. Lorenzo luogo dove il gen. Garibaldi aveva radunato un gran numero di “camicie rosse” bergamasche che si erano arruolate per la spedizione di Mille. Percorrendo il viale delle Mura venete, il corteo delle Topolino è giunto ordinato e compatto a Colle Aperto e si è disposto,come da indicazioni delle autorità competenti, lungo il Viale delle Mura in un’area riservata trasformando l’immagine di quel tratto di Città Alta in un’immagine di 50-60 anni fa. Il Prof. Dalcovolo ha saputo introdurre alla Storia dell’Arte e dell’Architettura di Bergamo Alta i tanti amici, giunti da svariate città italiane per festeggiare le Topolino,facendo apprezzare loro una volta di più questa splendida città e lasciando in loro il desiderio di tornare. Degna conclusione di una splendida Tre-Giorni in Topolino è stato un raffinatissimo e gustosissimo pranzo proposto ai circa 100 partecipanti, dallo storico Ristorante “La Marianna” che è stato il luogo del commiato che a qualcuno ha fatto scappare anche qualche lacrimuccia al termine di un evento che ha lasciato in tutti coloro che sono intervenuti, un ricordo gioioso per tre splendide giornate trascorse all’insegna del buonumore e della passione per un’auto storica che, grazie al suo tranquillo incedere, ti permette di godere a 360 gradi di tutte le bellezza che ti scorrono intorno durante il passaggio.

E gli organizzatori del Club Amici delle Topolino Bergamo, di fronte a tanto entusiasmo e sincero apprezzamento da parte di tutti gli intervenuti,si sono sentiti ampiamente ripagati di tutte le fatiche profuse in questi ultimi otto mesi di intenso lavoro organizzativo.